Wednesday, 15 November 2017

Job shadowing presso il CEIP Andrés Garcia Soler - Enza Diciaula




Oggi divisi in gruppi di 2 siamo entrati ancora di più nel vivo della nostra attività di job shadowing assistendo alle lezioni nella scuola primaria Andrès Garcia Soler. Abbiamo assistito a numerose lezioni di docenti diversi, di materie differenti e in classi dei diversi anni. 
Le lezioni Clil di oggi hanno riguardato la Matematica, l’Inglese e le Scienze. Il clima e l’accoglienza da parte dei bambini nella scuola primaria sono stati fantastici! Tantissimi bambini dai visi sorridenti ci hanno accolto in maniera entusiasmante. Incuriositi dalla nostra presenza ci hanno fatto mille domande e hanno soddisfatto le loro curiosità riguardo la nostra cultura e il nostro Paese.


La scuola è molto ben attrezzata dal punto di vista degli strumenti e dei supporti multimediali; in ogni classe c’è una Lim e un sistema wi-fi efficientissimo. I colleghi, molto giovani, non hanno alcuna difficoltà ad insegnare materie non linguistiche in L2 e ciò che mi ha sorpreso maggiormente è stato il vedere la reazione e l’abitudine da parte dei bambini a questo tipo di approccio. L’Inglese è usato abitualmente e per tutta l’ora per svolgere qualsiasi attività. Il ricorso alla L1 è limitato a poche rare eccezioni. Le lezioni di oggi sono state generalmente di tipo laboratoriale; tutti hanno utilizzato la Lim o del materiale didattico calibrato sulle esigenze dei bambini (flash cards, abaco, realia). 
Tra le metodologie utilizzate spesso si è fatto ricorso al cooperative learning e al group work. Lo stile d’insegnamento è interattivo, circolare e calibrato sulle esigenze linguistiche dei discenti. Sin da subito sono stati esplicitati gli obiettivi didattici da perseguire. In particolare durante le attività Clil sono state effettuate attività di scaffolding linguistico e gli alunni hanno utilizzato i nuovi Item linguistici appresi. L’attività didattica è stata diversificata e varia con diversi momenti dedicati al coinvolgimento e al rinforzo positivo. Durante tutte le lezioni gli insegnanti adoperano una app interattiva “Class Dojo”che ha lo scopo di valutare, ma allo stesso tempo di motivare e incoraggiare i singoli alunni. Il clima delle classi è molto vivace e positivo!



Nella mia osservazione ho particolarmente concentrato la mia attenzione sugli alunni disabili e sul loro livello di inclusione nel gruppo classe. Le situazioni sono state varie, infatti, in alcune classi ho apprezzato il fatto che i bambini disabili fossero inclusi in tutte le attività anche in assenza del docente di sostegno. Molto utile è stato vedere come i bambini attuino il tutoraggio tra loro in maniera spontanea.  Le attività Clil tra l’altro possono essere usate proprio per superare i gap che possono crearsi in classi tradizionali. 


A fine giornata quattro bambini stupendi da veri “ciceroni”… ci hanno portato in giro per la scuola descrivendone gli ambiente in un Inglese eccellente!



Seminario CLIL "Putting CLIL into practice" tenuto da E. Ruiz Cano presso il Colegio "San Francisco de Asis" di Lorca - Ore 16:00 - 18:00


Oggi pomeriggio abbiamo avuto il piacere di frequentare una lezione del collega Ruiz Cano sulla metodologia Clil. Questa attività rientra in una serie di incontri seminariali destinati a docenti di scuola primaria e secondaria di Lorca che si stanno specializzando sulla metodologia Clil presso il Colegio San Francisco de Asis. 

La lezione tenuta completamente in lingua inglese è stata molto interessante e ci ha permesso di constatare come la parte organizzativa e la pianificazione precisa di una lezione Clil siano fondamentali per una buona riuscita e per il raggiungimento degli obiettivi prefissati. 
Il collega Cano è stato molto chiaro nel presentare la metodologia Clil nei suoi aspetti generali, ma la parte più interessante del seminario è stata senza dubbio quella pratica; ci ha fornito schede di supporto e un “lesson plan” che in gruppi di 2 abbiamo cominciato ad elaborare.





Stanchi ma soddisfatti... pensiamo adesso a domani!

No comments:

Post a Comment